Il plantare è un ortesi, ovvero un dispositivo medico esterno che una volta indossato aiuta il paziente in una funzione o in una patologia.

Nello specifico il plantare serve a migliorare l’appoggio del piede che spesso risulta alterato in molte patologie e sindromi dolorose dell’apparato muscolo-scheletrico.

Condizioni come stati cronici di tensioni muscolari e contratture della schiena, dolore alle articolazioni, fino al mal di testa muscolo-tensivo possono tutte derivare da un alterazione posturale che vede come elemento centrale e spesso misconosciuto l’appoggio alterato del piede.

In genere la prima indicazione alla possibilità di beneficiare di un plantare emerge da una visita specialistica (più spesso fisiatrica o ortopedica) in cui il medico raccolta la storia clinica del paziente ed escluse altre condizioni patologiche effettuerà una prima ispezione dell’appoggio del piede.

Saranno poi gli specialisti del settore ad occuparsi della realizzazione del plantare grazie a strumenti di precisione e valutazioni dettagliate.

Valutazione su pedana Baropodometrica

Per realizzare un plantare efficace e risolutivo non basta l’elevata qualità dei materiali o la modernità delle tecnologie usate per la sua realizzazione, alla base di tutto ci deve essere sempre un accurata valutazione che comprende:

  • Il rilevo dei dati antropometrici del pazienti, delle patologie concomitanti, dei vecchi traumi, e le specifiche esigenze così da scegliere il materiale più idoneo; (il plantare di una persona sportiva sarà diverso da quello di un sedentaria)
  • Osservazione e test funzionali fisioterapici come forza e mobilità articolare e test posturali osteopatici che potranno mettere alla luce situazioni concomitanti per cui un plantare che si basa solo sull’appoggio del piede sarà “incompleto”;
  • L’esame baropodometrico statico e dinamico: ovvero l’analisi tecnologica dell’appoggio del piede tramite una pedana a sensori di pressione;
  • Qualità e tecnologia dei materiali: insieme al tecnico ortopedico con cui collaboro da quasi 10 anni, realizziamo plantari in materiale “dinamico” (E.V.A.) per la sua funzione di supporto a muscoli, tendini ed articolazioni a compiere i loro compiti naturali attraverso un ritorno elastico durante la fase di spinta del piede. Il plantare è realizzato attraverso un sistema computerizzato con software autocad di massima precisione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In conclusione è solo l’integrazione tra tra l’esame clinico funzionale e l’esperienza di tecnici specializzati che può portare ad ottenere un’ortesi di massima qualità, così da offrire un prodotto ottimale, ritagliato sulle specifiche esigenze del paziente.

 

 

Articolo a cura del Dr. Matteo Orsolini

Fisioterapista – Osteopata – Posturologo

Attualmente iscritto al corso di laurea in Podologia (Univeristà di Bologna)

 

Il Plantare Dott. Matteo Orsolini

Il plantare è un dispositivo medico esterno che una volta indossato aiuta il paziente a camminare meglio: il fisioterapista Dott. Matteo Orsolini ci illustra i vantaggi.

DOVE SIAMO

MEDICAL SALUS KOLBE

P.zza Kolbe, 17 - San Benedetto del Tronto (AP)
Tel. 0735 369063 | Mobile: 350 0592535

CONTATTACI VIA WEB

Se sei un paziente e hai bisogno di informazioni o sei un professionista sanitario e vuoi collaborare con noi, contattaci!

    *I campi sono obbligatori

    Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.